“Quelli che…”, Izzi: “Italia senza corsa e idee. Mercato Lazio? Non bisogna illudere il tifoso. Baroni grande professionista”

Nel corso della trasmissione odierna “Quelli che hanno portato il calcio a Roma”, in onda sulle frequenze dei 98.100 di Radiosei, il giornalista La7, Francesco Izzi, è intervenuto dal nostro direttore Guido De Angelis. Tra i vari argomenti trattati spazio alla situazione attuale in casa Lazio e la recerete esperienza della Nazionale italiana all’Europeo in Germania. Di seguito le sue parole:

-Sull’Europeo: “Dal vivo le prestazioni della Nazionali sono state ancora peggiori. Quando arrivai alla stadio avevi la sensazione che non potesse accadere nulla a favore dell’Italia. Il lampo di Zaccagni? Ci stavamo già alzando, poi è arrivato questo colpo stupendo. La cosa che irritava era vedere gli altri lottare e correre, i nostri camminare senza idee. I moduli passano in secondo piano in questi casi, i giocatori non sapevano a chi passare la palla perché erano tutti fermi”.

-Sulla Lazio: “La richiesta per Greenwood è di circa 35 milioni di euro. Le trattative vere si fanno con basi solide, ho la sensazione che questi nomi poi escano dei radar e le frustrazione nel tifoso aumenta. Bisogna avere lucidità di analizzare le possibilità della Lazio. Baroni? Ottimo professionista ma sicuramente non arriva in un contesto facile. Noslin è molto interessante, è stato una bella scoperta della società del Verona ma la Lazio lo paga cinque volte di più rispetto all’Hellas. Bisognerà capire anche quale sarà il suo ruolo”.